CHIARIMENTI SULL’APPLICAZIONE DELLA TARI

28/11/2017

CHIARIMENTI SULL’APPLICAZIONE DELLA TARI
(Tassa sui rifiuti)
 
A seguito della notevole risonanza che ha avuto la questione concernente il calcolo della TARI, in particolar modo l’incidenza , su quanto dovuto dal contribuente, della parte variabile relativa alle pertinenze delle utenze domestiche, si forniscono i seguenti chiarimenti.
 
La determinazione della tariffa, secondo quanto dispone il D.P.R. n° 158 del 27 aprile 1999, è composta da una parte fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, e da una parte variabile, rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti. La tariffa è altresì articolata in utenze domestiche e non domestiche.
L’utenza domestica deve intendersi comprensiva sia della superficie adibita a civile abitazione sia della superficie delle pertinenze ad essa collegata.
 
Per tanto la quota fissa di ciascuna utenza domestica deve essere calcolata moltiplicando la superficie dell’alloggio, comprensiva delle pertinenze, per la tariffa unitaria corrispondente al numero degli occupanti dell’utenza stessa, mentre la quota variabile va aggiunta al risultato precedentemente ottenuto. Da ciò si evince che la parte variabile nel calcolo della TARI incide solo una volta.
 
Si informa la cittadinanza che il Comune di Rivello ha provveduto al computo della TARI secondo i criteri di calcolo sopra esposti e, pertanto,  non si dovrà procedere al alcuna attività di rimborso.